sabato 1 marzo 2014

ETIMOLOGIA:EFFIMERO















Il post "Poesia e pubblicità" mi ha
fatto tornare in mente l'etimologia di
una parola ambigua eppure magnifica:
effimero, che deriva dal greco, precisamente
da epì=per, di un solo+emèra=giorno,
di qui il significato:che dura un solo giorno.
E' effimero ciò che ha una breve
durata di tempo ma vive di intensità
e profondità; fugace è la vita
della farfalla che mostra tutta la
sua bellezza e leggiadria per un
solo, intermibabile, giorno;
fragili sono i fiori effimeri che
sbocciano e appassiscono in poche
ore, ma profumano d'eternità.
La nostra società ha purtroppo
sviluppato un profondo piacere
per l'effimero, la precarietà, la
provvisorietà, forse è per questo
che mi ha infastidito vedere il
film "La grande bellezza"?
Ripenso così agli antichi Greci
che consideravano effimeri gli
uomini a differenza degli dèi,
uomini come esseri di passaggio
che affrontano la vita da lottatori
tenaci, instancabili che tendono verso
l'infinito del tutto e del per sempre,
penso sia doveroso ricordarselo;
sicuramente aiuta a giocarsi meglio
l'oggi e le giornate a venire, a fare
il proprio dovere, con sacrificio e
dedizione, come se si avesse quel
solo giorno, come se quel giorno
non dovesse finire mai, perchè
effimero è ciò che fugge, eterno è
ciò che resta....

Nessun commento:

Posta un commento