giovedì 22 agosto 2019

COME TROVARE BUONI AMICI

 Risultati immagini per amicizia

Ai miei alunni piacciono

molto le storielle educative

che ogni tanto racconto per

spiegare un concetto, per 

alleggerire la tensione o solo

per farli riflettere.

Questo breve aneddoto conto 

di presentarlo ad inizio anno 

scolastico per predisporli 

all'apertura e alla socializzazione, 

per condurli a vedere il buono che

è in loro e negli altri

 

Come trovare amici leali e fedeli

C'era una volta un vecchio saggio. Egli era seduto ai bordi di un'oasi, all'entrata di una città del Medio Oriente.

Un giovane si avvicinò e gli domandò:

- Non sono mai venuto da queste parti. Come sono gli abitanti di questa città?

L'anziano uomo rispose a sua volta con una domanda:

- Come erano gli abitanti della città da cui vieni?

- Egoisti e cattivi. Per questo sono stato contento di partire di là.

- Così sono gli abitanti di questa città - gli rispose il saggio.

Poco dopo un altro giovane si avvicinò all'uomo e gli pose la stessa domanda:

- Sono appena arrivato in questo paese. Come sono gli abitanti di questa città?

L'uomo rispose di nuovo con la stessa domanda:

- Com'erano gli abitanti della città da cui vieni?

- Erano buoni, generosi, ospitali, onesti. Avevo tanti amici e ho fatto molta fatica a lasciarli.

- Anche gli abitanti di questa città sono così. - rispose il vecchio saggio.

Un mercante che aveva portato i suoi cammelli all'abbeveraggio aveva udito le conversazioni. Quando il secondo giovane si allontanò si rivolse al vecchio in tono di rimprovero:

- Come puoi dare due risposte completamente differenti alla stessa domanda posta da due persone?

- Figlio mio - rispose il saggio - ciascuno porta nel suo cuore ciò che è.

Chi non ha trovato niente di buono in passato, non troverà niente di buono neanche qui.

Al contrario, colui che aveva degli amici leali nell'altra città, troverà anche qui degli amici leali e fedeli.

Perché, vedi, ogni essere umano è portato a vedere negli altri quello che è nel suo cuore.

martedì 20 agosto 2019

LA BIBLIOTECA DEI RAGAZZI

Ciao ragazzi, se avete ancora dei
dubbi sui libri da leggere in questa
torrida estate, vi segnalo un
sito di consigli validissimi:
https://www.corriere.it/scuola/speciali/2014/biblioteca-dei-ragazzi/vota.shtml?refresh_ce-cp
oltre che trovare ottimi spunti di
lettura, potrete anche votare il
libro che più avete amato, sono
tutti classici a misura di giovani
lettori come voi.

 Risultati immagini per incipit famosi

Ora vi propongo un gioco adatto
per un Laboratorio di lettura, ma
non solo.
Consegna: si può giocare a coppie,
oppure l'insegnante legge le "prime
parole" di un romanzo famoso e gli
alunni si sforzano di indovinarlo,
chi ne individua di più vince!

ECCO IL MIO ELENCO DI INCIPIT:

Anna Karenina, Lev Tolstoj:  
“Tutte le famiglie felici si somigliano; 
ogni famiglia infelice è invece 
disgraziata a modo suo. In casa 
Oblonski tutto era sottosopra”. 

La Divina Commedia, Dante Alighieri

Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura
ché la diritta via era smarrita.

Ahi quanto a dir qual era è cosa dura
esta selva selvaggia e aspra e forte
che nel pensier rinova la paura! 


Piccole donne, Luisa May Alcott
Natale non sarà Natale senza regali", 
borbottò Jo, stesa sul tappeto.
"Che cosa tremenda esser poveri!", 

sospirò Meg, lanciando un'occhiata 
al suo vecchio vestito.  


1984, George Orwell: 
“Era una fresca limpida giornata d’aprile 
e gli orologi segnavano l’una. Winston Smith, 
col mento sprofondato nel bavero del cappotto 
per non esporlo al rigore del vento, scivolò 
lento fra i battenti di vetro dell’ingresso 
agli Appartamenti della Vittoria, ma non 
tanto lesto da impedire che una folata di 
polvere e sabbia entrasse con lui”.


Il fantasma di Canterville, Oscar Wilde
degli Stati Uniti, acquistò Canterville 
Chase, tutti gli dissero che stava 
commettendo una gran sciocchezza, 
in quanto il luogo era senza dubbio 
infestato dagli spiriti.


Il giovane Holden, J.D. Salinger: 
“Se davvero avete voglia di sentire 
questa storia, magari vorrete sapere 
prima di tutto dove sono nato e com’è 
stata la mia infanzia schifa e che cosa 
facevano i miei genitori e compagnia 
bella prima che arrivassi io, e tutte 
quelle baggianate alla David Copperfield, 
ma a me non va proprio di parlarne”.
La metamorfosi, Franz Kafka:  
“Gregor Samsa, destandosi un mattino 
da sogni agitati, si trovò trasformato 
nel suo letto in un enorme insetto 
immondo”. 


Peter Pan, James Matthew Barrie: 
“Tutti i bambini crescono, meno uno. 
Sanno subito che crescono, e Wendy 
lo seppe così”.



Moby Dick, Herman Melville:  
“Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa – 
non importa quanti esattamente – 
avendo pochi o punti denari in tasca 
e nulla di particolare che m’interessasse 
a terra, pensai di darmi alla navigazione 
e vedere la parte acquea del mondo”. 



Harry Potter e la pietra filosofale, 
J.K. Rowling: 
“Il signore e la signora Dursley, di 
Privet Drive numero 4, erano orgogliosi 
di poter affermare che erano perfettamente 
normali, e grazie tante. Erano le ultime 
persone al mondo da cui aspettarsi che 
avessero a che fare con cose strane o 
misteriose, perché sciocchezze del genere 
proprio non le approvavano”. 

David Copperfield, Charles Dickens:  
“Se io debba risultare l’eroe della mia vita, 
o se questo posto debba essere tenuto da un 
altro, lo mostreranno queste pagine. Per 
iniziare il racconto della mia vita con 
l’inizio stesso della mia esistenza, dirò 
che sono nato (così mi hanno detto e lo 
credo) un Venerdì, a mezzanotte in punto”.


Margaret Mitchell, Via col vento:  
“Rossella O’Hara non era bella, ma 
gli uomini che ne subivano il fascino, 
come i gemelli Tarleton, di rado se ne 
rendevano conto”.

La fabbrica di cioccolato,
Roald Dahl
Questa è la storia di un normalissimo 
bambino di nome Charlie Bucket. 
Non era più veloce, più forte o più 
intelligente degli altri bambini. La 
sua famiglia non era né ricca, né 
potente, né influente... a dire il vero, 
avevano a malapena di che mangiare. 
Charlie Bucket era il ragazzino più 
fortunato del mondo, ma non lo 
sapeva ancora.

Alice nel paese delle meraviglie, 
Lewis Carroll: “Alice cominciava a 
sentirsi assai stanca di sedere sul 
poggetto accanto a sua sorella, 
senza far niente: aveva una o due 
volte data un’occhiata al libro che 
la sorella stava leggendo, ma non 
v’erano nè dialoghi nè figure, – e 
a che serve un libro, pensò Alice, – 
senza dialoghi nè figure?”.



Ventimila leghe sotto i mari, 
Jules Verne:  
“A segnare in maniera indimenticabile 
l’anno 1866 fu un evento strano, un 
fenomeno inspiegato e inspiegabile. 
Per non parlare delle voci che 
agitavano le popolazioni dei porti 
che sovreccitavano l’animo del 
pubblico della città dell’interno, 
fu la gente di mare ad essere 
particolarmente preoccupata”. 

Don Chisciotte, 
Miguel de Cervantes:  
“In un paese della Mancia, di cui 
non voglio fare il nome, viveva or 
non è molto uno di quei cavalieri 
che tengono la lancia nella restrelliera, 
un vecchio scudo, un ossuto ronzino 
e il levriero da caccia”.

I promessi sposi, Alessandro Manzoni
"Quel ramo del lago di Como, 
che volge a mezzogiorno, 
tra due catene non interrotte  
di monti, tutto a seni e a golfi, 
a seconda dello sporgere e del 
rientrare di quelli, vien, 
quasi a un tratto, a ristringersi, 
e a prender corso e figura, tra 
un promontorio a destra, e 
un'ampia costiera dall'altra parte;" 

lunedì 19 agosto 2019

DIGITALE SI O DIGITALE NO?

                                        

SOS di una mamma e prof in allarme!!!

Steve Cutts mette in guardia dalla
nomofobia, la dipendenza patologica
da smartphone.
Fa paura anche a voi questo esercito di
zombie senza mèta e senza REALTA'?



Ora da insegnante di italiano vi faccio
riflettere sull'"evoluzione" della nostra
lingua:
"Il testo rappresenta il latino di oggi. 
È attraverso il testo che comunicano 
le élite (come voi, che state leggendo 
questo post). Per le masse, invece, 
la maggioranza delle informazioni 
viene raccolta attraverso altre forme 
mediatiche: TV, film, musica e video 
musicali. Tali forme di "scrittura" 
rappresentano le lingue volgari di 
oggi. Sono le forme di "scrittura" che 
rivestono maggior importanza per la 
maggior parte della gente... Non è stato 
Internet a rendere significative queste 
altre forme di scrittura (che io chiamerò 
semplicemente 'media'), Internet e le 
tecnologie digitali, però, hanno messo 
questi media a disposizione delle masse."

(Lawrence Lessig, giurista statunitense 1961)

Vi lascio, dubbiosa e sconsolata, con questa
 "amara" vignetta:
Risultati immagini per digitale si o no vignetta 

lunedì 12 agosto 2019

PIOGGIA DI STELLE

Capisco come si possa guardare 
la terra ed essere atei, ma non 
capisco come si possa guardare 
il cielo di notte e non credere in Dio.
        (Benjamin Franklin)

Tutti a guardare in alto stasera e domani...
col desiderio pronto, mi raccomando!

Le stelle cadenti ci hanno fatto riflettere e
sognare da sempre, vi faccio fare un giro
da Jovanotti a Pascoli a ritroso,



X Agosto: "San Lorenzo, io lo
so perché tanto di stelle per l'aria
tranquilla arde e cade, perché sì gran
pianto nel concavo cielo sfavilla"

Ora qualche curiosità su questo fenomeno
così poetico:


Con l'augurio che i vostri sogni si
realizzino tutti🌟🌟🌟🌠🌠🌠🌠,
se poi il desiderio non si dovesse
avverare vuol dire che era una
stella scadente😉!!!

Vi lascio con questo delizioso corto
della Pixar:



venerdì 2 agosto 2019

SITI UTILI

 Risultati immagini per scuola interessante e divertente
 ONDE EVITARE!!!!!!!.........
segnalo questi siti e canali youtube
(anche come promemoria per me
stessa), sono video utili come introduzione
sommaria a un argomento o come
semplice approfondimento.
Indico il nome del canale e il link relativo:
- STORICI SUBITO
https://www.youtube.com/playlist?list=PL3CIjm5-CAkKieClzfk2gbYc5NFLn7p_e
- SCIENZIATI SUBITO
https://www.youtube.com/user/ScienziatiSubito
- FOCUS DOCUMENTARI
https://www.youtube.com/playlist?list=PLBrphzcv5JFm2MHIuJvXXRQgQRkg8Btzx
- REPETITA DIDATTICA
https://www.youtube.com/channel/UCu0eP1994eno6fL2AjjQyNA

Voglio ora spendere una parola sui tanti
TRAVEL BLOGS italiani di qualità,
io ho apprezzato particolarmente
questi:
DIARIO DI UNA TRAVELHOLIC http://www.diariodiunatravelholic.com/
FEDERICA PIERSIMONI https://www.federicapiersimoni.it/blog/
TRIPPANDO https://www.trippando.it/piccole-cose-grandi-momenti-una-passeggiata-in-famiglia/
(sono accoglienti, interessanti e dinamici;
quando avrò tempo conto di selezionarne
altri)


THE B1M, è un bellissimo canale educational
dedicato all'ingegneria edile, per appassionati,
guardate prima il video di presentazione,
merita!
Infine, proprio ieri, in uno studio
medico ho scoperto (confesso l'ignoranza!)
l'esistenza dei FOCUS D/R,  domande
e risposte, le più svariate e curiose.
Ho trovato anche il sito online, eccolo:
https://www.focus.it/temi/domande-e-risposte

Buon approfondimento a tutti!

giovedì 1 agosto 2019

LE MERAVIGLIE DELLA NATURA

Tempo d'estate, tempo di passeggiate
in mezzo alla natura...soffermiamoci
a osservare quanta bellezza e quanta
delicata fragilità ci circonda:

lunedì 15 luglio 2019

"CREDO" NEI VALORI

 Risultati immagini per credo nei valori
Condivido con tutti voi (grazie
di essere sempre così tanti💕) questa
splendida poesia, di Simone
Cristicchi, intitolata "Credo":


domenica 14 luglio 2019

IL TRIONFO DELLA CREATIVITA'

Immagine correlataImmagine correlata
L’artista armeno Edgar Artis è un
acclamatissimo fashion illustrator
che, con qualche matita colorata e una 
fantasia senza limiti, crea modelli
unici e originalissimi (seguitelo su
Instagram e Facebook).


Ho intenzione di  mostrare queste
creazioni ai miei studenti e, dopo
avere acceso in loro la scintilla
dell'immaginazione, farli lavorare
su un progetto simile:
- si sceglie un oggetto (un albero,
  una mongolfiera, una barca, ...);
- si scrivono dei versi "ispirati"
  intorno al soggetto della poesia;
- si riportano su un foglio da disegno,
  liberamente, le parole e l'oggetto,
  realizzato con i materiali più insoliti
  e svariati, arrovellando al massimo
  fantasia e  creatività, così da produrre
  un manufatto esclusivo da esporre
  orgogliosamente in classe e qui sul
  blog naturalmente!


Pastelli e oggetti quotidiani: 20 creazioni meraviglioseImmagine correlataImmagine correlata

giovedì 11 luglio 2019

INSEGNARE A CONDIVIDERE

Ho trovato in questo divertente TED 
un video che considero utile per suggerire
l'ipotesi della condivisione anche ai nostri
alunni più restii.
Spesso a ricreazione assistiamo a scenette
poco edificanti, chissà che lo spirito di
emulazione non funzioni anche in positivo?!!

Risultati immagini per condividere


sabato 6 luglio 2019

SE VI DOVESTE ANNOIARE...

...nei momenti morti, vi consiglio di
seguire il loro esempio😂!!!

Il canale Jungle Survival è supervisitato,
sicuramente lo conoscerete, hanno più di
44 milioni di visualizzazioni, non capisco
tante cose, ma mi incuriosiscono molto.
Vi propongo questi video:


Naturalmente accontentatevi di
qualcosa di più modesto, da fare
nel giardino di casa magari!!!
Scherzo...😎



TOUR IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

 

Ho sempre svolto questo genere

di attività nelle mie classi, ma trovo

questa strutturazione del lavoro

molto efficace; la rubo alla bravissima 

collega Simona Martini del blog

Gocce di armonia, ecco le sue parole:

 "Studiare geografia nella mia classe significa viaggiare nella storia, tra le culture, nell'arte, tra le note di folkore, tra gli scritti degli artisti che fanno dei loro paesi paesi riconoscibili...insomma una interdisciplinarità a 360 gradi.


TOUR IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO (lavoro per gruppi)

1)  Il tour potrà comprendere uno Stato o più Stati, purché all'interno della regione assegnata

2)  Si dovrà specificare:
-durata del viaggio
-stagione o mese nel quale s'intende realizzare (e il perché della scelta)
-l'intero itinerario: luogo di partenza, ogni tappa, tempi necessari per ognuna di esse, dove s'intende pernottare...)
-mezzi con i quali ci si sposterà (tutti)

3)  I luoghi visitati dovranno essere ampiamente descritti:
- monumenti (dove si trovano, come arrivarci, quando visitarli, in quanto tempo, storia e caratteristiche)
- musei (perché visitarli,....)
-luoghi tipici di particolare interesse
- parchi o zone protette
......................

4)  Descrizione di elementi tipici del folklore locale (ricette tipiche, leggende, canzoni popolari, gruppi musicali famosi, feste popolari..............)

5)  Si dovrà/potrà usufruire di qualsiasi strumento (foto di ogni tipo, carte geografiche, piante di città, lettore dvd cd, proiettore, pc................). Si prega di avvisare l'insegnante almeno una settimana prima se s'intende utilizzare i supporti informatici ed elettronici.

6)  I lavori saranno esposti alla classe nel seguente modo:
- ogni alunno del gruppo dovrà relazionare una parte del lavoro in un massimo di tempo che non dovrà superare i 15 minuti;
- documento finale sarà un cartellone e un power point sul quale ci saranno:
1. la carta della zona scelta con il tracciato dell'itinerario ben visibile completo di toponimi
2. le foto dei luoghi visitati
- il referente dovrà descrivere brevemente le fasi del lavoro, organizzare e distribuire il lavoro, interagire con l'insegnante.

venerdì 5 luglio 2019

"LUDENDO DOCERE" CON I VIDEO DI BOZZETTO

Questi video di Bruno Bozzetto sono
divertenti e ironici  (il primo chi
mi segue già lo conosce), suscitano ilarità
perché lottano contro gli stereotipi e i luoghi
comuni che da sempre affliggono la nostra
società...😕😥
 Risultati immagini per stereotipi e luoghi comuni